visitatori online
Louvre di Parigi
Carlo I di Inghilterra a caccia

Carlo I d'Inghilterra a caccia

Carlo I d'Inghilterra a caccia: di Anton Van Dyck (1635-1638 circa)
Tipologia: Dipinto
Materiale: Olio su tela
Misure: 266 x 207 cm
Nelle collezioni dal 1775, Collezione di Luigi XVI
Locazione: Louvre

Il pittore fiammingo van Dyck fu il ritrattista preferito di Carlo I e dell'aristocrazia inglese verso il 1632-1640 e questo dipinto, benché raffiguri il sovrano in una circostanza non ufficiale, si afferma come il più regale dei suoi ritratti e una delle opere maggiori dell'artista. Il re qui non indossa paramenti regali né la corazza, ma è più nobile che mai, distinguendosi per l'eleganza superiore e raffinata, il fascino e la dignità. L'immaagine fonde magnificamente la doppia tradizione del ritratto di gentiluomo e dell'effigie del principe, dell'individuo privato e del personaggio pubblico.

A caratterizzarlo in tale senso contribuiisce la presenza dei servitori - che per contrasto mettono in risalto la figura del re - il bastone a canna, simbolo di sovranità, gli abiti troppo sontuosi per la caccia, la posa fiera, ma anche un lieve decentramento che innalza, senza renderla eccessiva, la maestà del re, armoniosamente inquadrato dalla curva del fogliame e staccato dal fondo chiaro del cielo. La raffinatezza dei colori rafforza l'impressione di dignità innata e innegabile. Dalla statuaria antica, tramite Tiziano, viene la citazione colta del cavallo con il capo chino per grattarsi la zampa.