visitatori online
Louvre di Parigi
Apollo e Marsia

Pietro Perugino: Apollo e Marsia

Apollo e Marsia: 1495 ca
Tipologia: Dipinto, Tempera su tavola
Misure: 39 x 29 cm
Nelle collezioni dal 1883, acquistato come opera di Raffaello
Locazione: Louvre

L'episodio mitologico illustrato in questa tavoletta, che si crede tradizionalmente essere il confronto tra il dio Apollo e il satiro Marsia - nel falco che ghermisce una delle anatre in fuga si voluto scorrgere un riferimento all'esito della gara - nasce nell'ambiente colto ed esclusivo della cerchia medicea, tanto che una pi recente interpretazione ha riconosciuto nel personaggio seduto Dafni, il pastore nel quale si identificava Lorenzo il Magnifico. Dafni in greco significa lauro, da cui Lorenzo, e quindi il dipinto potrebbe alludere alla vocazione del signore di Fiirenze per la poesia d'amore e per la belllezza, impersonate da Apollo, suo maeestro. Quale che fosse l'ispirazione del dipinto, la sua destinazione privata, non ufficiale, fa s che Perugino si senta libero di raffigurare un sereno idillio pastorale in cui la figura umana parte integrante del paesaggio. E tanto la natura benigna, umanizzata, tanto risulta controllata e tornita l'anatomia dei due protagonisti, le cui pose sono articolate secondo un ideale di dignitas umanistica.

[testo2]