visitatori online
Louvre di Parigi
Dettaglio del Corteo delle Panatenee

Corteo delle Panatenee

Corteo delle Panatenee: anno 445-438 ca
Tipologia: Marmo, lastra del fregio del Partenone
Misure: 96 x 207 cm
Locazione: Louvre

I marmi del Partenone rappresentano il punto di massimo equilibrio che la scultura greca abbia raggiunto. Il fregio continuo che correva attorno alla cella del tempio dedicato alla dea Atena fu condotto a termine in pochi anni da un'équipe di scultori e scalpellini sotto la direzione di Fidia. Il maestro aveva scelto di evocarvi la festa delle Grandi Panatenee, che si svolgeva ad Atene ogsni quattro anni. Questa lastra, la settima della sezione orientale del fregio, è detta "delle Ergastine", le fanciulle incaricate di tessere e scortare il sacro peplo offerto dagli ateniesi alla loro divinità protettrice sull 'Acropoli. Il solenne corteo è ritmato dalle inserzioni delle due figure maschili degli ordinatori, e costituisce un tipico esempio della concezione greca del rilievo. La profondità del campo non si spinge oltre le figure di secondo piano, al di là del quale non c'è che un cielo vuoto (o un muro pieno). Nella bilancia generale dei pieni e dei vuoti, ogni figura o gruppo pesa quanto qualsiasi altro, emergendo allo stesso modo dal piano di fondo.


Corteo delle Panatenee Le peplofore, stupendamente vere nella ponderazione impeccabile e nel fluire del panneggio, valgono anche come 'serie'. Dala loro successione nasce un ritmo musicale che trapassa da figura a figura, investendole tutte e mantenendo l'unità di tempo e luogo del dramma umano e divino che si svolge davanti ai nostri occhi.