visitatori online
Louvre di Parigi
Famiglia di contadini

Louis le Nain: Famiglia di contadini

Famiglia di contadini: 1642
Tipologia: Dipinto, Olio su tela
Misure: 113 x 159 cm
Nelle collezioni dal 1915, acquisto
Locazione: Louvre

Le opere di Louis le Nain e della sua famiglia - è infatti il secondo, e il più dotato, di tre fratelli - si inseriscono nel filone della pittura di genere che riscopre soggetti tratti dalla vita quotidiana, rispecchiando lo spirito di austerità che penetra la cultura francese ai tempi di Luigi XIII (1610-1643) e distinguendosi per l'elevatezza del tono poetico. Egli predilige scene di vita familiare intorno a un tavolo apparecchiato, scene di vita povera, talvollta all'aperto, al ritorno dai campi, e le rende soolenni ed emozionanti. Questa ben nota Famiglia di contadini testimonia la ferma oggettività con la quale il pittore si accosta al mondo degli umili, cogliendone gli atteggiamenti di grave semplicità e malinconia con una tavolozza sobriamente modulata sui toni bruni e grigi. Tutto sottolinea la fruugalità della loro esistenza. Non c'è niente di comico, galante, picaresco, satirico. Il carattere intimistico della scena, quieta e silenziosa, deriva dal geenere della natura morta, privata però di ogni intento moralizzatore, anche se il risalto dato al paane e al vino si direbbe avere un significato simbolico. L'enfasi è tutta sulla serietà della presentazioone, nella luce tenue e nello spazio pieno di ombre, che attraversano diagonalmente le figure modellandone i volumi. Il rigore ortogonale della composizione, il cromatismo sordo, l'austera dignità dei personaggi, colti nella fissità immobile della posa, infondono a questa scena rustica un valore di universalità intrisa di classicismo.

[testo2]