visitatori online
Louvre di Parigi
Il ratto di Deianira

Guido Reni: Il ratto di Deianira

Il ratto di Deianira: 1620-1621
Tipologia: Olio su tela, Dipinto
Misure: 239 x 193 cm
Provenienza dal 1662, acquisto. Collezione di Luigi XIV
Locazione: Louvre

Fa parte della serie dedicata alle imprese di Ercole, quattro grandi dipinti esposti lungo la Grand Galerie, a illustrare la pittura del pi celebre rappresentante del classicismo seicentesco italiano, colui che dai francesi, che lo presero a modello del grand gout, da Pussin a Ingres, venne chiamato semplicemente "le Guide". Queste tele, portate a compimento fra il 1617 e il 1621 per il duca di Mantova, costituiscono una ripresa dei temi mitologici, dopo le opere sacre eseguite al ritorno a Bologna da Roma, dove Reni aveva approfondito la conoscenza di Raffaello e della statuaria antica e si era imposto con il suo stile misurato ed elegante. Anche in una composizione impetuosa, ma rigorosamente calcolata, come Il ratto di Deianira evidente la ricerca di una bellezza ideale, di un'armonia classica, che rimane costante nell'opera di Reni. Il protagonista non Ercole, che si intravede sullo sfondo, bens la coppia in primo piano, trionfalmente esibita nello splendore dei corpi, messi in risalto dal volume del panneggo gonfiato dalla corsa.