visitatori online
Louvre di Parigi
Pala di san Dionigi

Henri Bellechose: Pala di san Dionigi

Pala di san Dionigi: 1416
Tipologia: Tavola trasportata su tela, Tavola, trasportata su tela
Misure: 162 x 211 cm
Nelle collezioni dal 183 dono Frédérìc Reiset
Locazione: Louvre

Si tratta dell'unica opera documentata che si conservi di Henri Bellechose, pittore e miniatore originario del Brabante, succeduto a Jean Malouel al servizio del duca di Borgogna nel 1415. L'anno seguente completerà questa pala, sviluppando un'iconografia adatta al luogo a cui essa era destinata, la certosa di Champmol, definita "casa della Trinità" nell'atto di fondazione. Il Cristo crocifisso è infatti presentato da Dio Padre e dalla colomba dello Spirito Santo e occupa il centro, mentre ai lati compaiono due scene tratte dalla vita di san Dionigi, l'ultima comunione e il martirio. Lo stile non è estraneo a quello del suo predecessore, ma è unicamente alla cultura e all'originalità di Bellechose che si devono l'accensione cromatica, le decise scans spaziali e il nuovo vigore narrativo, evidente l architetture aggettanti e nella varietà dei copr pittoreschi, nonché nella maggiore cura per la caratterizzazione fisionomica, in particolare ili figure del martire e dei carnefici. In tal modo, nonostante la tradizionale abbondanza degli ori nello sfondo e nei tessui solida corporatura dei personaggi, il vigore muscoloso dei carnefici e i volti contratti degl astanti orientano l'opera verso un modulo espressivo più autenticamente realistico e fori di ulteriori sviluppi nella pittura francese.